Ruth Bader Ginsburg. La pioniera della parità di genere.

“L’arco dell’universo morale è lungo, ma pende verso la giustizia”, Ruth Bader Ginsburg

 

Ruth Bader Ginsburg, 86 anni, nel 1993 è stata nominata (seconda donna nel Paese) dal presidente Bill Clinton membro della Corte Suprema degli Stati Uniti d’ America.

 

Nel 2009° la rivista “Forbes” l’ha indicata tra le cento donne più potenti del pianeta. Dal 15 Luglio sarà proiettato nelle sale cinematografiche italiane il documentario, o doc- film,” Alla corte di Ruth- RGB”, realizzato da Betsy West e Julie Cohen. Il documentario, che ai recenti Oscar ha ottenuto due candidature come miglior prodotto audiovisivo e per la migliore canzone, è il ritratto di una donna del Novecento che con le sue battaglie legali ha reso gli Stati Uniti d’ America un luogo più giusto. Le due registe hanno voluto ricostruire la vita professionale e sentimentale di Ruth Bader Ginsburg.

 

Sempre per mezzo di un’opera cinematografica è stata raccontata la storia di Ruth Bader Ginsburg, agli inizi del suo impegno contro il sessismo. Il film- uscito negli Stati Uniti nel Dicembre 2018 - è “On the basis of sex” per la regia di Mimi Leder.

 

 

 

Ruth Bader Ginsburg è nata il 15 Marzo 1933 a Brooklyn - New York – da genitori provenienti dall’Unione Sovietica. Al termine degli studi universitari - laurea, con il massimo dei voti, in Giurisprudenza, ad Harvard. Ed è stata una delle poche donne a studiare legge negli anni ‘ 50 presso la prestigiosa università statunitense – non è riuscita a trovare un impiego perché donna. Ma non si è arresa. Con tenacia ha proseguito nella ricerca di un lavoro e ha ampliato i suoi interessi in ambito sociale.

Nel 1963 ha dato vita ad uno dei primi corsi universitari di giurisprudenza inerente agli studi di genere e all'equiparazione dei salari tra uomo e donna fino al riconoscimento dei diritti per gli uomini a una paternità tutelata.

 

Ruth Ginsburg ha subito discriminazioni e i preconcetti della società maschilista del tempo. Ha sempre reagito a tutto ciò per mezzo di un metodo: la forza del dialogo. Alla base vi è la regola che ogni persona ha diritto di essere libera e di raggiungere i propri obiettivi (nel rispetto delle leggi vigenti).

 

 

Per le registe del documentario, Betsy West e Julie Cohen, Ruth Ginsburg è stata in grado di usare le sue formidabili abilità legali “per lottare per la giustizia e per le donne, una lotta che ha continuato per cinquant’anni. L’impegno incessante di RGB è a favore non solo dell’uguaglianza di genere ma anche delle istituzioni democratiche che proteggono i diritti di tutti i cittadini”.

Mentre riportiamo questo pensiero l’attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha attaccato, tramite un tweet,” se ne tornino a casa”, quattro deputate del Partito democratico, quattro giovani donne elette nel 2018: Alexandra Ocasio-Carter, nata a New York da genitori messicani, Ayanna Pressley, afro-americana, Rashida Talib, madre e padre palestinesi e Ilhan Omar nata in Somalia.

Ruth ama citare una frase della scrittrice e abolizionista nell’ America schiavista, Sarah More Grimké (1792-1873), che non ha potuto studiare legge come i fratelli in quanto donna, primogenita femminile di quattordici figli.

 

La frase è la seguente: “Non chiedo favori al mio sesso. Quello che chiedo ai miei fratelli è che smettano di calpestarci”.

 

Si può affermare che se non fosse stato per il lavoro svolto da Ruth negli anni ’70 per modificare le leggi americane non ci sarebbe l’attuale condizione giuridica delle donne. Ha difeso l’aborto, la gratuità della pillola.

 

Ha combattuto due tumori e non ha rinunciato al lavoro, all’attenzione per i diritti delle persone. Piccola ma forte, fortissima. Ruth è cool, alla moda. Nei campus americani le giovani studentesse hanno il suo volto applicato sull’unghia dell’anulare sinistro. E poi t-shirt. È conosciuta dalle iniziali, RGB, come JFK, il trentacinquesimo presidente- molto amato- degli Stati Uniti d’ America, John Fitzgerald Kennedy.

 

 

Fonti:

https://www.foxlife.it/2019/07/10/arriva-al-cinema-alla-corte-di-ruth-rbg-il-doc-su-ruth-bader-ginsburg-il-giudice-pioniera-per-i-diritti-delle-donne/

 https://www.iodonna.it/attualita/storie-e-reportage/2019/07/15/trump-e-il-tweet-razzista-contro-le-nuove-deputate-usa-se-ne-tornino-a-casa-loro/

 http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/sarah-grimke

https://www.repubblica.it/venerdi/articoli/2016/04/04/news/la_fragile_pasionaria_della_corte_suprema_degli_stati_uniti-136875981/

Tiziana Lo Porto, Alla corte di RGB pioniera della parità, “Il venerdì di Repubblica”, 12 Luglio 2019, numero 1634, p.117

 

Per saperne di più:

https://www.youtube.com/watch?v=biIRlcQqmOc

https://www.foxlife.it/2018/07/17/on-the-basis-of-sex-trailer-film-armie-hammer-felicity-jones/

Contatti

Impresa Eccezionale Srl
Viale Guglielmo Marconi, 2
06049 Spoleto (PG)

  info@impresaeccezionale.it
  impresaeccezionalesrl@pec.it
  www.impresaeccezionale.it
P.I. 03681080549

Impresaeccezionale © 2018. Tutti i diritti riservati.