Francesca Di Giovanni: Sottosegretaria di Stato Vaticano

 

Francesca Di Giovanni: Sottosegretaria di Stato Vaticano

 

Papa Francesco, e non suoni come irriverente nei confronti del Papa, ha compiuto un altro “atto rivoluzionario” all’interno della Chiesa cattolica. Il Pontefice, nei giorni scorsi, ha conferito ad una donna la nomina di sotto-segretario di Stato Vaticano.

È la prima volta che una donna ha un compito dirigenziale in Segreteria di Stato, (http://www.vatican.va/roman_curia/secretariat_state/index_it.htm )

Inoltre, una donna allo stato laicale e non clericale.

Papa Francesco il 1° Gennaio, nel corso dell’omelia della messa in Piazza san Pietro, ha affermato che”la donna è donatrice e mediatrice di pace e va pienamente associata ai processi decisionali perché quando le donne possono trasmettere i loro doni, il mondo si ritrova più unito e più in pace”.

Francesca Di Giovanni è la prima donna designata sotto-segretario di Stato Vaticano. E’laureata in Giurisprudenza e ha lavorato nell’ambito del settore giuridico - amministrativo presso il Centro internazionale dell’Opera di Maria (Movimento dei Focolari, https://www.focolare.org/).

Dal 15 Settembre 1993 Francesca Di Giovanni svolge l’incarico come officiale nella Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato. Ha operato sempre nel settore multilaterale per quanto concerne questioni riguardanti i migranti, i rifugiati, il diritto internazionale umanitario, le comunicazioni, il diritto privato internazionale e la condizione della donna.

“Il Santo Padre ha preso una decisione innovativa, certamente, che, al di là della mia persona, rappresenta un segno di attenzione nei confronti delle donne. Ma la responsabilità è legata al compito, più che al fatto di essere donna”, Francesca Di Giovanni, sotto-segretario di Stato Vaticano.

Semplificando, per intenderci, la Segreteria di Stato Vaticano corrisponde ad un Ministero degli Affari Esteri di una nazione. La Segreteria di Stato – diretta dal cardinale Pietro Parolin – è divisa in tre dipartimenti, uno dei quali è guidato dal Segretario per i Rapporti con gli Stati, l’arcivescovo Paul Richard Gallagher. Bene, Francesca Di Giovanni diviene uno dei due vice, l’altro sotto-segretario, che si occupa della diplomazia bilaterale, è monsignor Miroslaw Wachowski.

Su cosa verterà, nello specifico, il lavoro di Francesca Di Giovanni?

Coordinerà il settore multilaterale, le relazioni che attengono alle organizzazioni inter-governative a livello internazionale e alla rete dei trattati multilaterali. I temi attinenti al bene comune mondiale (ambiente, protezione delle vittime delle guerre, questione di genere, sviluppo). Il settore multilaterale è un settore delicato che richiede un’attenzione particolare, perché ha procedure proprie, in parte differenti dalle modalità del settore bilaterale.

Una donna può avere determinate attitudini per trovare punti comuni, curare i rapporti avendo a cuore l’unità. Spero che il mio essere donna possa riflettersi positivamente in questo compito anche se sono doni che riscontro certamente anche nell’atteggiamento dei miei colleghi di lavoro uomini”, Francesca Di Giovanni, sotto-segretario di Stato Vaticano.

Nel mondo c’è bisogno di persone competenti, di persone che possano favorire il dialogo e la via diplomatica. Francesca Di Giovanni, con il suo percorso professionale e con le sue parole, come dire, fa ben sperare.

Di cuore auguriamo lei buon lavoro!

 

Fonti:

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/nominata-sottosegretario-di-stato-vaticano-donna

https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2020-01/segreteria-stato-sotttosegretario-donna-francesca-di-giovanni.html

https://www.corriere.it/cronache/20_gennaio_15/francesca-di-giovanni-prima-sottosegretario-donna-vaticano-c65162fc-3788-11ea-86a8-537a98b6bc3b.shtml

 

Per saperne di più:

http://www.vatican.va/content/romancuria/it.html

Impresaeccezionale © 2018. Tutti i diritti riservati.